fbpx

Selvaggio Blu 2021

In molti hanno definito Selvaggio Blu come il trekking più duro d’Italia.  Io direi che si tratta dell’esperienza più originale (e anche faticosa) che noi frequentatori delle Alpi possiamo sperimentare, e allo stesso tempo di una vera Avventura zaino in spalla in uno degli angoli selvaggi più belli d’Italia (e non solo).

Selvaggio Blu non è una classica Alta Via in stile Dolomiti, dove i sentieri sono tutti perfettamente segnati e si trova un rifugio e o punto di ristoro ogni paio d’ore di cammino massimo. Io parlerei di tracce di mulattiere aperte dai Carbonai ai primi del Novecento (ora più o meno inglobate dentro una vegetazione molto rigogliosa), sbarcati col compito di sfruttare i numerosi boschi sardi per ricavarne carbone vegetale. Parlerei di tracce dei pastori sardi che per badare alle loro capre in un ambiente aspro e roccioso a picco sul mare  hanno trovato passaggi molto arditi tra le falesie e i boschi, senza uso della corda (fino al IV grado) e spesso aiutandosi con tronchi di ginepro (iscala ‘e fustes) preparati ad hoc e poggiati sulla roccia per saltar su da un bosco all’altro. Dunque queste mulattiere, tracce di sentieri, iscala ‘e fustes, tratti di arrampicata (oggi addomesticati in qualche punto da un cavo metallico, gli altri vanno attrezzati al momento con la corda) e vertiginose calate in corda doppia attrezzate per la prima volta dagli ideatori Verin e Cicalò negli Anni 80, vanno a definire il “sentiero” di Selvaggio Blu.

Oggi si possono trovare moltissime informazioni sull’itinerario di Selvaggio Blu, ci sono tracce GPS in rete e descrizioni dettagliate di ogni tappa, ma la via giusta non è sempre evidente e logica, e la gestione dei tratti alpinistici richiede una attenta preparazione. Due altri aspetti rendono Selvaggio Blu unico e complesso nel suo genere. La sistemazione per le notti del trekking è “ss”, ovvero sotto le stelle con materassino e sacco a pelo, e gli approvvigionamenti di cibo ma soprattutto di acqua vanno organizzati in anticipo perché non si trova nulla lungo il percorso.

HAI BISOGNO DI INFO O VUOI PRENOTARE

Contattaci subito chiamando la palestra di roccia Cortina 360